RSS

Archivi tag: uranio

….. sceglierò il cibo giusto che mi proteggerà da queste insidie !

fragola.png

Perché è indispensabile mangiare cibo di qualità, e  con caratteristiche giuste?

 

Dove per qualità s’intende alimento scevro da :

ormoni e antibiotici somministrati al bestiame negli allevamenti intensivi,

pesticidi ed erbicidi sui raccolti nei campi, contaminanti di origine industriale, tra cui

piombo ,

cadmio,

mercurio,

arsenico ecc… ,

ed infine anche gli inquinanti ambientali, e di origine geologica.

Invece,  per caratteristiche giuste intendo che  quel determinato alimento   sia adeguato allo stato di salute ed esigenze della  persona.

           

Soffermiamoci a pensare per poi  prendere una decisione

 

                  ….. sceglierò il cibo giusto che mi  proteggerà da queste insidie!

 

Mangiare  sano equivale anche   a mangiare con gusto e  non rinunciare ad una serata in pizzeria con gli amici

                   Considerare il cibo come medicina fa parte della pratica

millenaria dell’umanità,

 

ci sono culture che introducono costantemente minestre medicate nelle proprie diete, fino a qualche secolo fa anche nella nostra cultura questa pratica era in uso.

l’industrializzazione della medicina ha favorito il disuso di queste pratiche , definendole  

 

“pratiche del brodino caldo” .

 La medicina epigenetica, conferma che  i nostri geni e la nostra salute  sono fortemente influenzate 

 

 dall’alimentazione,

 

ed è per questo che, una alimentazione  Salutogenica risulta necessaria per liberarci da questi micidiali nemici attraverso i  grandi difensori che la  Natura  ci ha messo a disposizione.

Le vitamine C ed E,

i carotenoidi  e i flavonoidi ,

i minerali come ad esempio il

selenio

e antiossidanti come il Coenzima Q10 o ubichinone ,

 

tutte queste armi le troviamo solo ed esclusivamente nel cibo derivante da filiera corta e da coltivazioni secondo leggi della natura tutto questo ovviamente è insito 

nell’ alimentazione salutogenica.

 

 Tale alimentazione  si distingue dalle altre pratiche salutistiche in quanto 

 

segue la natura insita nell’uomo invece che le mode del momento, 

osserva le predisposizioni del singolo individuo,

le costituzioni secondo le indicazioni ippocratiche

è accanto alla persona  nel sostenerla anziché  stressarla con regole rigide che risultano sempre infruttifere.

ed l’unica che allo stesso tempo  

Riequilibra  

Nutre

con un unico effetto collaterale

 

Guarisce

 

Medicus curat, natura sanat,

 il medico cura, la natura guarisce.

La saggezza latina  vuole intendere che la scienza medica è subalterna al corso naturale della malattia e del tempo.

 

Ora prendiamo in esame i flavonoidi, essi sono in grado di espellere molto velocemente dalla cellula alcune sostanze tossiche,  il loro effetto è

 

“chelante , ovvero raccoglie tutto ciò che nuoce alle nostre cellule”.

 

I flavonoidi come i carotenoidi  e la clorofilla, sono responsabili del colore della frutta e della verdura, le cui molecole sono attive nei confronti di un’ampia varietà di ossidanti e radicali liberi.

Gran parte dell’attività medicinale di alimenti, pollini e resine quale la propoli è correlata al contenuto di flavonoidi.

Le proprietà terapeutiche  dei flavonoidi sono ormai note da tempo, infatti investono il ruolo di   

antiaggregante piastrinico,

antinfiammatorio,

antiallergico,

antivirale,

antitumorale,

antiepatossico,

ed infine da non sottovalutare il potere di stimolare le funzioni cognitive.

Questi pigmenti rappresentano una nuova classe di farmaci naturali, utili per alleviare  diversi disturbi, contrastando efficacemente il danno da radicali liberi

  Ci sono molte varietà di flavonoidi circa 4000, ne cito alcuni:

apigenina,

isoquercitrina,

luteolina,

rutina, 

catechine,

vitexina……

alimenti diversi forniscono flavonoidi diversi, per esempio i flavonoidi responsabili

del colore dei mirtilli,

delle ciliege,

dell’uva,

e di molte piante curative,

tra cui la rosa canina,

il lampone,

la viola tricolor,

vite rossa,

l’ippocastano

il ginko biloba ecc,

sono le antocianine e le proantocianidine, le quali conferiscono alla pianta le tonalità che vanno dal rosso fragola al blu. 

Questi flavonoidi stimolano l’attività della vitamina p, che è presente sempre insieme alla vitamina C,

una loro carenza è la causa della permeabilità e rottura di capillari, hanno il pregio  di stabilire le strutture articolari.

I flavonoidi hanno inoltre effetto benefico sul collagene: proteina responsabile dell’integrità del tessuto connettivo, che collega i tessuti corporei.

Molto importanti i flavonoidi delle bacche, per l’influenza sulle strutture del collagene e per la potente azione antiossidante, nella prevenzione dell’artrite e dell’indurimento delle arterie.

 

In questo periodo dell’anno dobbiamo fare scorta di questo portentoso pigmento inserendo nelle nostre colazioni , spuntini e merende porzioni adeguate di frutti di bosco freschi.

Questi ultimi contengono in abbondanza, elementi nutritivi vitali, e poche calorie.

Assumendone il succo facciamo scorta di potassio, acqua basica, flavonoidi(antocianidine) e vitamine idrosolubili

Rosaria Fontanella

 

Ps

il presente articolo  non annulla ne sostituisce atto medico

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 16 Mag 2016 in Blog

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,